Playground Milano - 14ª tappa - Parco Guido Galli

Il playground presente all’interno del Parco Guido Galli, quindicesima tappa del nostro tour, risulta un complesso abbandonato a sé stesso e può solamente rientrare nella categoria dei campetti da rifare in toto. Nonostante ciò, analizziamolo passo dopo passo come abbiamo sempre fatto: nasce in una zona più periferica rispetto agli ultimi playground recensiti, in un’area residenziale adiacente a Via Salomone e a ridosso di Via Mecenate e Piazza Ovidio. Per questa ragione risulta facilmente raggiungibile con le linee autobus 66 e 175, che fermano esattamente di fronte al campo di gioco, e con la linea tram 27 (il nome della fermata è uguale per tutte le linee: P.za Ovidio). Proprio per la non centralità della zona, è possibile arrivarci in auto (vedi in questo senso anche l’uscita “Via Mecenate” della Tangenziale Est) con ottime probabilità di trovare un parcheggio, nonostante la presenza di molti zingari non possa lasciarvi del tutto a cuor sereno durante la vostra personalissima sessione di pallacanestro. Per ciò che concerne l’acquisto dei biglietti dei mezzi pubblici, in Via Mecenate civico 2 è presente una tabaccheria rivenditrice ufficiale ATM.
A livello tecnico, il playground è di pessima fattura: le linee di gioco completamente inesistenti, il terreno di scarsissima qualità e la completa assenza di standard regolamentari sono solo alcune delle problematiche che affliggono questo campetto. Inutile sottolineare come questo sia un luogo per il semplice esercizio di tiro: evitate il più possibile di simulare movimenti e/o entrate se avete a cuore la vostra integrità fisica. Poichè situato nel mezzo di un’area verde di discrete dimensioni, il campo non prevede recinzione/delimitazione alcuna e le sue dimensioni risultano decisamente sproporzionate, tanto che, se dovessimo immaginare di disegnare noi stessi le linee di gioco, potremmo comodamente ricavarne lo spazio laterale per il tiro dalla lunga distanza e una piccola striscia di terreno da destinare al fuori campo. Per ciò che concerne il grip scarpa-cemento, possiamo affermare come questo appaia buono ma presenti al contempo un’enorme problematica: il terreno di gioco è composto da un particolare tipo di pavimentazione che risulta ruvida, ispida, lacunosa e decisamente pericolosa. Nel caso in cui doveste cadere, gli evidenti sbreghi sulle vostre mani o sui vostri arti rappresenterebbero il minimo danno che vi possa capitare. Il rischio di cadere ed inciampare, anche a causa di piantine e radici che sbucano nel bel mezzo del terreno di gioco, è elevatissimo. Sul lato strada del campo abbiamo addirittura un pino che invade ampiamente l’area del playground e che, se non visto, può provocare qualche problema al viso e agli occhi dei giocatori. Lungo l’intero perimetro del campo la natura ha preso, ormai da tempo, possesso di ampie “zolle”, termine che attualmente riflette al meglio la criticità dell’area di gioco. Per quanto concerne i canestri, possiamo affermare come le strutture siano solide e ben piantate nel terreno, nonostante presentino un lieve, ma ben visibile, rialzo sul lato frontale e siano prive di qualunque tipo di protezione. Il ferro è rigido su ambo i lati e non presenta grosse problematiche a livello di tremolii e/o cedimenti. Le retine sono intatte e i tabelloni, sebbene vittime di graffitismo e leggermente deteriorati dalle condizioni atmosferiche, appaiono robusti e saldi. L’altezza dei canestri è suppergiù regolare anche se tra le due strutture ci sia una leggera differenza (caratteristica tipica di molti playground già recensiti durante il nostro tour). Sotto l’aspetto logistico, l’illuminazione nottura è assolutamente insufficiente per ricoprire l’intero terreno di gioco di una luce che permetta di riconoscere ad occhio nudo il canestro, mentre la fontanella si trova a lato della fermata della linea autobus 66, ovvero di fronte al campetto. Sono presenti anche un WC pubblico, a ridosso del terreno di gioco, e due WC chimici accanto al campo da calcio. In conclusione, dobbiamo altresì affermare che questo playground non è adeguato per giocare partite di alcun livello. Vi sollecitiamo, dunque, a farne un uso limitato al solo esercizio di tiro. Voto: 2.
Non ci resta dunque che salutarvi e rimandarvi alla nostra prossima tappa, nonché all’app Playground Milano disponibile per iOS e Android, alle nostre pagine Facebook e Twitter per tutte le news, al profilo Instagram e al canale YouTube per foto e video. Stay Playground Milano, Stay TOTALLY OUTDOOR.

Voto campo: 2
Voto gioco: -

0 commenti

Lascia un commento